Guida Alla Scelta Dello Spessore Nei Pannelli Forex

Pannelli in Forex: guida alla scelta dello spessore giusto

Il Forex è un materiale plastico con una struttura in PVC  molto utilizzato in comunicazione per la realizzazione di cartelli di grandi dimensioni, insegne, scenografie e allestimenti, oggettistica e display.

La grande flessibilità di utilizzo del Forex è dovuta alla sua estrema leggerezza che, unita ad una certa rigidità strutturale, permette una facile installazione rispetto ad altri materiali. La superficie liscia e il colore bianco “acceso” lo rendono particolarmente adatto alla stampa digitale diretta. La finitura complessiva è decisamente migliore rispetto alla resa che si ottiene con altri materiali, come ad esempio il cartone, offrendo così un miglior impatto visivo.

I suoi vantaggi non sono finiti qua: il forex è un materiale resistente al fuoco, ha una composizione chimica particolarmente stabile e non necessita di particolare manutenzione; l’impermeabilità e la resistenza all’umididtà lo rendono infine adatto anche per installazioni in esterno.

.

I pannelli in forex sono disponibili in diversi spessori e la scelta di quello giusto è molto importante per evitare di avere un materiale non idoneo rispetto alle reali necessità o al contrario “sovradimensionato”, con un aggravio inutile di costi.

Ecco una breve guida che può aiutarti nella scelta del corretto spessore del Forex per la realizzazione dei pannelli.

Forex 2 mm: massima economicità

Questo spessore permette di ottenere pannelli leggeri ed economici ed è indicato soprattutto per piccole e medie dimensioni, mentre per formati più grandi se ne sconsiglia l’utilizzo in quanto tende facilmente a flettersi essendo poco rigido.
Per il suo costo estremamente contenuto, può essere un’ottima soluzione se utilizzato per installazioni di eventi ed impieghi di breve durata.

Forex 3 mm: maggiore consistenza

Leggermente più spesso del precedente, in questa misura il forex diventa più rigido mantenendo comunque una certa leggerezza.
La maggiore consistenza permette di ottenere un pannello più stabile utilizzabile anche su formati più grandi, in ogni caso resta uno spessore consigliato principalmente per installazioni di breve durata in ambienti interni.

Forex 5 mm: il preferito dall’ottimo compromesso

Lo spessore da 5 mm è quello più gettonato e utilizzato, un ottimo compromesso tra leggerezza, costo, rigidità e flessibilità di utilizzo.
Indicato per pannelli di tutte le dimensioni, è molto utilizzato per la composizione e l’incastro di più pannelli e ideale anche per le sagomature.
E’ adatto per installazioni di maggiore durata e, grazie alla sua rigidità, ben si presta anche per uso all’esterno, dove gli agenti atmosferici possono limitare la durata di pannelli con spessori inferiori.

Forex 10 mm: stabile e duraturo

Con questo spessore i pannelli diventano ancora più rigidi ma di conseguenza anche più pesanti.
E’ una misura ideale per allestimenti e pannellature di lunga durata e si presta bene anche ad installazioni all’esterno vista la maggiore rigidità strutturale.

In ogni caso, è bene tenere presente che i pannelli in forex se esposti di continuo al sole e agli agenti atmosferici tendono “ad imbarcarsi” anche con spessori più consistenti, e il fenomeno tende ad accentuarsi se sono stampati con immagini o fondi molto scuri.

Una nota finale sul grande formato: la stampa diretta su Forex ha una finitura opaca, tuttavia è possibile fare una verniciatura UV che, oltre a proteggere il materiale ed allungare la “vita” del pannello, ne conferisce un effetto lucido.
.

Ora che ti sei fatto un’idea più precisa sullo spessore più adatto alle tue esigenze, configura i tuoi pannelli in forex su MePrint scegliendo la misura migliore ed ottieni un preventivo immediato.

Lascia un commento